Il gabbiano – Teatro Vascello (2018)

Il gabbiano

di Anton Cechov
anno produzione 1998
regia di Giancarlo Nanni
con Manuela Kustermann, Lorenzo Frediani, Massimo Fedele, Eleonora De Luca, Anna Sozzani, Sara Borsarelli, Paolo Lorimer, Maurizio Palladino
opera, tradotta e adattata da Manuela Kustermann
ripresa da Manuela Kustermann nel 2018

Il gabbiano rappresenta lo sguardo ironico del grande autore russo sulla borghesia in villeggiatura sulle rive di un lago: i drammi e le tragedie accadono fuori scena. Pur rappresentando uno spaccato sociale della borghesia russa di fine ‘800, Il Gabbiano, è un’opera di grande attualità, sia per l’intreccio tra natura, sentimenti umani e complessità dell’arte, sia per il conflitto generazionale tra i personaggi. La protagonista Irina Arkadina è un’attrice famosa, il suo amante Trigorin, un noto scrittore. Anche il figlio di Irina, Kostantin, aspira a diventare scrittore e Nina, la ragazza da lui amata (e che si innamorerà di Trigorin), sogna di fare l’attrice. Entrambi realizzeranno i loro sogni, ma pagandoli con l’infelicità. Insoddisfatti sono anche i vecchi, cinicamente indifferenti ai problemi dei giovani, ma in realtà dominati dalla stessa voglia di vivere e di amare.

Note di Regia

Da Il Gabbiano di Cechov tentiamo un volo immaginario verso la storia delle rappresentazioni cechoviane, dalla prima edizione di Stanislavskij attraverso le grandi regie del passato, sino al presente remoto di Visconti, Strehler e Peter Brook. Un laboratorio di immagini. Un tentativo di andare ancora più in profondità, liberando la scrittura cechoviana dal suo modello interpretativo. Attraverso un meccanismo di rimandi, di improvvisazioni, di uso di tecnologie telematiche, elettroniche, vere e false, con passaggi improvvisi di tempo e di spazio, abbiamo cercato di comporre e scomporre questo affresco della vita umana, dove gli eccessi artistici e la loro caduta, i fallimenti, le angosce, gli stati sublimi della creazione si fondono, scontrandosi e omologandosi in una scrittura scenica senza schemi prefissi. (Giancarlo Nanni)

Sito web del Teatro Vascello: www.teatrovascello.it

Il teatro Vascello, nella certezza che comunque il TEATRO nonostante la catastrofe, manterrá la sua centralità, intende resistere all’isolamento significando una presenza con uno spettacolo simbolo del proprio repertorio: Il gabbiano di Anton Cechov anno produzione 1998 regia di Giancarlo Nanni ripresa da Manuela Kustermann nel 2018.
Buona visione a tutti gli amici del Teatro Vascello nella speranza di poterci vedere presto per condividere insieme il teatro con la sua magia ed emozioni!

Manuela Kustermann